Chi è Francesco Mattucci

Francesco è una delle figure di punta di Garage Raw, un’agenzia ma, prima di tutto, un network di instagrammer italiani che offrono servizi di content, promozione e strategie.
L’azienda si contraddistingue per l’utilizzo del linguaggio tipico della piattaforma in ogni suo contenuti generando immagini che incontrano i cuoricini in ogni feed.

Biografia

Garage Raw è l’agenzia di comunicazione di cui è co-founder. La prima azienda in Italia esperta in content & digital marketing grazie alla specializzazione nella creazione di contenuti visivi. È la capacità di raccontare una storia attraverso i dettagli di un’immagine in cui nulla è casuale. Lo stile cromatico incontra quello estetico del dato momento culturale, lo schema compositivo contiene tutti i protagonisti. Il luogo del visivo dove la creatività incontra il contemporaneo.

Trame d’impatto sono le colonne portanti per coinvolgere il pubblico, con l’obiettivo di accrescere l’attività dell’imprenditore che a loro si rivolge. Instagram il mezzo prescelto. Nel 2019 ha raggiunto 500 milioni di utenti unici mensili, e per questa sua popolarità, è lo strumento che l’azienda predilige e, per alcune aziende il canale necessario.

A gennaio 2017 era manager sales, dall’agosto 2019 digital trainer & consulting.

Ma prima di questa il percorso è stato lungo quanto formativo.
Nel 1988 si è diplomato presso L’ITC J. Barozzi a Modena in programmazione, informatica ed economia.

Nel 2003 è stato responsabile vendite dell’area Emilia per l’azienda HERA leader nei servizi ambientali, idrici ed energetici, con sede a Bologna.

Nel 2008 è ricoperto il ruolo di senior account Emilia Romagna presso Workup srl. Tra queste mura ha fatto parte di un gruppo di lavoro entrando nel mondo delle digital agency.

Nel 2013 è stato e-business manager per Erreà Sport Spa. Marca di abbigliamento sportivo. Nello stesso anno è diventato socio del SAL engineering Srl. Il ruolo ricoperto era relativo al sales & marketing. Ogni giorno lavorava per sviluppare il brand, sia la strategia che i sistemi statici. Progettava la strategia marketing approfondendo piani aziendali e strategie di vendita. Inoltre operava per generare lead on line e migliorare l’user experience dell’apparato web aziendale.

@kitchensuspension è un progetto raccontato tramite Instagram che tratta l’ambiente dei fornelli in modo completamente nuovo. Il cibo è per noi quotidiano: quante volte abbiamo mangiato, cucinato (e purtroppo anche lavato i piatti) nella nostra vita o nell’ultimo anno? Facendo una media, con circa tre pasti al giorno, siamo a 1080 nell’ultimo anno. Ed è meglio se non contiamo tutti gli spuntini.

Un’azione scontata, che diamo per assodata. Un abitudine che Francesco ha deciso di rivisitare e vedere con occhi nuovi.

Come? Eliminando la gravità; mescolando il volo e l’arte in svariate opere fotografiche. Noi presupponiamo e ci immaginiamo che tutto sia nato da una cena non molto appetitosa in cui, a causa della rabbia, il cibo ha iniziato a fluttuare nella stanza (non era stata una buona giornata). Oppure immaginiamo che, in modo un po impacciato, abbia sbadatamente colpito una forchetta che, facendo da leva ha fatto volare un broccolo verde. Ed ecco l’idea che, un grande fotografo, ha espresso in arte figurativa.

Nella realtà dei fatti la sua arte è istantaneità ma non casualità. Gli alimenti formano composizioni, rese affascinanti dall’attimo colto, dalla fantasia. Osservi il loro spostamento senza quella tensione che ti fa dire “ommioddio ho fatto un disastro”.

L’azione automatica di sporgere le mani in avanti viene improvvisamente bloccata dalla parte conscia del tuo cervello: puoi goderti lo spettacolo. Grazie alla rappresentazione puoi fermarti e provare piacere nel vedere l’azione con occhi completamente diversi.

Instagram è la piattaforma che permette di portare questa forma d’arte nelle mani di tutti. È la bellezza estetica che diventa democratica, donando un momento di piacere perennemente fruibile, indistintamente da chi tu sia.

“La passione per le immagini è una cosa che mi porto dietro da sempre (una fotografia, citando il grande Olivo Barbieri, è solo un’immagine che ce l’ha fatta…) tra alti e bassi. Con l’avvento del digitale, potendo gestire in autonomia la cosa, ho ripreso a scattare con più costanza, incontri fortunati mi hanno poi dato la possibilità di approfondire le tecniche della postproduzione. Il web è stato una conseguenza, un mezzo diventato nell’ultimo decennio di massa e quindi con un’esposizione sicuramente maggiore, l’immagine che nasce per essere fruita da un ambiente familiare o amicale che, attraverso le piattaforme social/web (e Instagram in particolare), diviene fruibile da chiunque, da un pubblico che non conosci, quindi una trasformazione nella funzione della fotografia da archivio a condivisione. Il grande pubblico (che poi non so se sia così grande) arriva di conseguenza, fortuna, costanza, un progetto indovinato.”

Grazie a questo progetto ha vinto svariati premi tra cui gli “Igers Awards” per la categoria Photo Editing e Panorama nel 2014. Instagram ha parlato di questo artista prodigio nel suo blog e grazie alla sua capacità di espressione e di utilizzo dei mezzi è stato contatto da grandi aziende internazionali.

Segni particolari di Francesco Mattucci

La capacità espressiva, non solo come fotografo ma anche come ideatore di strategie che vedono nei social il connubio perfetto. L’arte ha incontrato un mezzo dalla portata vastissima e Francesco ha saputo coglierlo.

Che lavoro fa

Grazie a Garage Raw offre servizi di:

  • Creazione di contenuti: fotografia e video. Immagini che esprimono un concetto visivo concorde con il pay-off aziendale.
  • Video making: una ripresa che coinvolge, emoziona e appassiona, ma che soprattutto racconta la vostra storia.
  • Social media management: dallo sviluppo di un piano editoriale, alla creazione e pubblicazione del post, e la gestione della community.
  • Influencer marketing. All’interno del team aziendale sono presenti importanti influencer che, con una prospettiva ambivalente, svolgono attività di product placement e travel experience.
  • Accompagnati da digital PR il team organizza campagne influencer marketing.
  • Formazione: corsi in aula relativi al digital marketing.

Frasi di Francesco Mattucci

“La cucina, in tutte le sue sfumature, è fonte di ispirazione per moltissime persone, chef, designer, architetti, lo stesso mondo delle moda, tutti in qualche maniera hanno saputo e sanno interpretare in maniera creativa quello che è sicuramente l’ambiente più vissuto di ogni casa, luogo di lavoro ma anche di incontri e soprattutto di racconti.”

“per restare sulla cresta dell’onda è necessario evolversi senza stravolgersi e mettendoci sempre la faccia, nel bene e nel male, accettando il consenso ma senza cercarlo e, allo stesso modo, le critiche, considerandole per quelle che sono.”

“Io non credo esista una ricetta “vincente” e non credo nemmeno che lo “storytelling” (termine ormai abusato) sia la chiave di tutto a meno che assolutamente genuino.”

Che cosa mi piace di più di Francesco Mattucci

La democraticità della sua azione. Le sue opere d’arte entrando nel web sono diventate sempre disponibili e fruibili. Sono entrate nel tempo che non dimentica. Perciò rimarranno per sempre, a disposizione di tutti. Il piacere di un’opera d’arte entra nelle case, negli schermi di spettatori che sono comodamente seduti nel divano e che intenzionalmente digitano il suo nome o quello del progetto per vedere le sue opere. Smette di essere spettatore passivo di un’opera: sceglie di vederla e di seguire l’evoluzione del progetto, scatto dopo scatto.

Scritto da Nicole Mottin, team IUSVE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter