Daniele Salvagno: l’immagine dell’olio extra vergine

Di | 2017-11-28T15:52:56+00:00 29 ottobre 2017|

Daniele Salvagno è CEO di Redoro Frantoi Veneti, Presidente di FederDop Olio e partner di SEO&LOVE e ci ha deliziato con autentici capolavori gastronomici. Ditemi a quale evento digital è stato servito del risotto all’Amarone La Fontanina con gelato di Monte Veronese DOP e olio Redoro Veneto DOP? Solo al SEO&LOVE, ecco.
Daniele Salvagno è uno di noi. Zero menoso, gli piace mangiare e bere bene, riesce ad affettare cose e servirtele mentre parla di business e sa cosa vuol dire lavorare in team. Sono davvero fortunato ad averlo conosciuto, un professionista eccellente e un uomo davvero generoso e aperto al cambiamento. Assieme a The Creative Brothers, gli ho fatto qualche domanda in modo tale che possa anche tu conoscerlo meglio.

Daniele, siamo nel pieno della raccolta delle olive, come sta andando?

Siamo molto soddisfatti della produzione. Questo è sempre un periodo intenso per noi, ma raccogliere i frutti del proprio lavoro ripaga sempre della fatica. Ogni anno ci confrontiamo con una questione comune nel made in Italy: il costo della produzione è cresciuto moltissimo. Noi abbiamo scelto di farci carico di tutto il costo senza aumentare il prezzo di vendita finale (al contrario di altri competitor). Stiamo approntando un sistema di certificazione e di tracciabilità unico nel mercato dell’extra vergine per assicurare, come Redoro Frantoi Veneti, l’assoluta garanzia che il nostro olio è 100% italiano.

daniele salvagno

Ph. S.Gasparato

Quanto è importante per voi la presenza digitale?

Siamo solo agli inizi, l’e-commerce ha raggiunto la “Singolarità”, termine scientifico molto importante e chiaro. La singolarità non è altro che l’inizio del compimento, e l’e-commerce per noi sta a significare proprio questo. Il digitale ci permette di essere immediati e dare valore ad un mondo (quello dell’oliva) ancora poco conosciuto e valorizzato: come hai avuto modo di constatare va valorizzata l’acqua, il nocciolino franto, e le proprietà benefiche per il nostro organismo delle poche gocce di olio all’interno dell’oliva.

Per il nostro e-commerce realizziamo delle linee di prodotto dedicate. Se ordini oggi, ti verrà spedita una partita di olio nuovo che verrà imbottigliata entro i successivi dieci giorni. Impossibile avere un prodotto più fresco di così.

Sempre più la gente chiede prodotti di qualità certificati e, come Redoro, riteniamo di essere sulla strada giusta. Per molti anni non è stato così: il mercato proponeva olio di semi, olio di oliva a prezzi impossibili per garantirne la qualità. Oggi la nostra convinzione di fare sempre bene e non cedere alle lusinghe del mercato sta portando a casa conferme ed apprezzamento dei nostri clienti e chi ci conosce ci associa ad un prodotto eccellente. Per noi l’olio extra vergine è un alimento che può arrivare anche ad essere considerato come un medicinale: bastano poche gocce per la salute.

Se dovessi riassumere Redoro in tre keyword, quali sarebbero?

  • Produzione
    dal 1895 produciamo olio extra vergine di oliva. Oggi trasformato in 100% italiano, Garda DOP, Veneto Valpolicella DOP e Biologico.

Abbiamo produttori che definire storici è dire poco: ci forniscono le olive da generazioni e questa continuità è garanzia per tutti.

  • Innovazione
    che vuol dire qualità tradizionale indiscussa con un’esagerata innovazione nei processi di trasformazione.
  • Ecosostenibilità
    siamo un’azienda ad impatto zero e “Co2 Free”

Abbiamo cercato di rendere tutta l’azienda a impatto zeroDai calcoli fatti la nostra azienda restituisce molta più energia e salute all’ambiente di quanta ne richieda per funzionare. E di questo siamo davvero orgogliosi

Se dovessi riassumere la vita di Daniele Salvagno in tre keyword, quali sarebbero?

  • Produttore di olive sul territorio
    il mio mondo è questo ed in questo mi riconosco
  • Promotore nel mondo della cultura dell’olio di oliva
    figura istituzionale e rappresentativa del mondo olivicolo (Federdop, Presidente Consorzio DOP Valpolicella)
  • Diversificazione
    dove c’è buon olio c’è sempre del buon vino. Sono il custode dei nostri vigneti e produttore di Amarone della Valpolicella vegan e bio (lafontanina.eu) che avete avuto modo di degustare.

Così come una bella donna diventa ancora più bella se la curi, lo stesso avviene con la pianta di olivo. Se la curi, le fai prendere aria, la poti regolarmente e le dai da bere si arricchisce di valori nutritivi che si riversano nei frutti che poi darà.

Se dovessi riassumere SEO&Love in tre keyword, quali sarebbero?

  • Opportunità
    sicuramente per Verona e per la sua storia, il suo territorio ed i suoi prodotti ed anche per noi come azienda che desideriamo essere un valido supporto all’evento.
  • Innovazione digitale
    un momento di confronto e di scoperta di questo meraviglioso mondo digitale.
  • Verona
    un evento unico che si svolge a casa mia, a Verona, che ha adottato SEO&LOVE come un proprio figlio prediletto.

Anche noi siamo orientati a ogni innovazione, perché rimanere fermi significa rischiare di perdere il nostro bene più prezioso, che sono le piante.

Hai un sogno nel cassetto, un progetto da realizzare?

Ho mille sogni e mille progetti e come William Salice ho mille sorprese. Siamo solo all’inizio della scoperta dell’olio extra vergine di oliva che non è ancora valorizzato a sufficienza: il mio sogno è portare questo prezioso frutto nell’Olimpo dei tesori unici dell’Italia. Oliva non significa solo olio: va valorizzata la preziosissima acqua, il nocciolo e tutte le importantissime caratteristiche che l’olio extra vergine apporta nell’alimentazione quotidiana.

Sarebbe bello che ognuno di noi avesse modo di piantare una pianta di olivo, magari di una varietà che abbiamo avuto modo di assaggiare e apprezzare. È un bel modo per lasciare una tradizione ai nostri figli.

 

Da uomini come Daniele c’è sempre da imparare, per questo ogni anno sono felice di averlo come partner del Seo&Love. Con lui, anche un lavoro così concreto come la cura della terra, diventa spunto per riflettere sull’innovazione e sul futuro. Quando afferma che “rimanere fermi significa rischiare di perdere il nostro bene più prezioso” Daniele Salvagno si riferisce alle sue amate piante, ma vale anche per i contenuti online.

Un commento

  1. […] Daniele Salvagno e tutto il suo team sono stati epici. Ci hanno regalato un momento bellissimo, hanno deliziato la […]

Scrivi un commento

  FEBBRAIO 2019