Michela Calculli: blogger

Di | 2017-10-28T18:31:03+00:00 28 ottobre 2017|

In bilico tra Torino e Milano, tra famiglia e professione, tra comunicazione e fisco Sono (Maria) Michela, ho 37 anni, un’attività da freelance, un marito, Oppi, e due figli maschi, Ernesto e Liborio, di 5 e 2 anni. Insieme a loro vivo a Torino, città meravigliosa che sta cambiando pelle proprio in questi anni terribili, ma carichi di opportunità. La mia storia professionale è molto articolata e il web è sempre stato il fil rouge che ha legato i vari passaggi.

Michela Calculli

Un anno prima della laurea in Economia e Commercio all’Università Cattolica di Milano ho iniziato a lavorare come analista di mercato nel settore ICT. Poi è arrivata la laurea e dopo tre anni il passaggio negli studi professionali. Tra Milano e Torino ho completato il triennio di tirocinio per l’abilitazione alla professione di dottore commercialista. A quel punto una nuova sfida: gestire l’amministrazione di una nascente azienda ecommerce. Nel frattempo sono diventata mamma per la prima volta e ho scoperto nuove risorse, capacità e competenze. Proprio la maternità e il periodo di congedo dal lavoro dipendente danno il via alla mia passione per i nuovi media e l’informazione.

Colgo dunque al volo l’occasione di lavorare nella redazione economica di un canale televisivo dedicato all’informazione e all’aggiornamento dei commercialisti, delle PMI e di tutti i professionisti che ruotano attorno al tessuto produttivo italiano. In quel periodo apro il blog “mammaeconomia” e inizio a curare i miei canali social e a studiare questo nuovo mondo carico di opportunità. L’attività da freelance rappresenta la sintesi di tutto quanto fatto e appreso negli ultimi dodici anni. Oggi collaboro come blogger con diverse redazioni di magazine aziendali, gestisco i canali social di piccole realtà e coltivo un nuovo grande obiettivo: affrontare l’esame mai dato per l’abilitazione alla professione da commercialista e specializzarmi sulla fiscalità di freelance e piccole aziende che operano nel mondo digital.

Scrivi un commento

  FEBBRAIO 2019