Partner SEO&Love: intervista a Viatattica

Nel digital marketing tutti parlano di strategia, ma nessuno parla di tattica, perché la strategia identifica un piano di lavoro con tempi molto lunghi e risultati che devono essere costruiti negli anni e da una prospettiva “alta”, poco attenta ai tecnicismi. Al contrario la tattica identifica il sapersi muovere “sul campo”, nel vivo dell’azione, e presuppone una conoscenza più pratica del lavoro da svolgere”. Si presentano cosi Antonio Meraglia, Mattia Macchelli e Nicola Panizza, alias Viatattica azienda specializzata in strategia per la promozione di eventi di formazione.

Viatattica: promozione per gli eventi di formazione

Viatattica, come spiegano i tre founder, ha un tratto distintivo ben definitivo che si ritrova totalmente nel naming del brand.

Ci siamo schierati dalla parte della tattica, per un motivo molto semplice: ci occupiamo di promuovere eventi di formazione e chiunque promuove un evento ha a che fare con una data di scadenza. Entro quella data l’evento deve essere sold out e, per arrivare a questo risultato, non basta la strategia: occorre la tattica. Con gli strumenti e i metodi che abbiamo creato. Siamo in grado di “ascoltare” lo stato di salute dell’evento, di correggerlo se c’è bisogno anche strada facendo, mentre ci incamminiamo verso la data dall’evento.

Quanto conta la squadra per Viatattica?

La squadra è un aspetto fondamentale del nostro lavoro, anche se abbiamo un’idea più “estesa” di squadra. Ci siamo noi di Viatattica che ovviamente ci sentiamo tutti i giorni, ma c’è anche la squadra del nostro cliente che svolge una parte importante del lavoro. Senza l’apporto dell’azienda o del professionista committente, sarebbe difficile creare un piano di azione in grado di camminare da solo. Poi, ci sono i relatori che partecipano all’evento che devono fare “rete” e aiutare a promuoverlo ed anche loro fanno parte della nostra idea di squadra allargata.
Infine, ci sono le persone che decidono di partecipare all’evento, i clienti, ed anche loro svolgono un ruolo fondamentale nel nostro lavoro dato che, all’interno di un evento, cerchiamo sempre di fare e di creare una community in cui tutti siano coinvolti e di cui tutti siano promotori.

strategia per eventi di formazioneFormazione e web marketing: come si uniscono?

Quando hai messo in campo tutti gli strumenti a tua disposizione per far crescere i numeri del tuo lavoro, arrivi ad un punto in cui non sai più dove sbattere la testa per scalare.  Le giornate sono comunque fatte di ventiquattro ore e, anche se ti fai pagare duemila euro l’ora, arrivi ad un punto in cui non riesci a guadagnare di più di quella cifra.
Un modo per uscire da questo collo di bottiglia è fare formazione e passare dal lavorare one-to-one (faccia a faccia con il tuo cliente) a lavorare one-to-many (tu davanti a molti clienti).
In questo modo riesci a superare l’ostacolo del guadagno e a trattare moltissimi clienti in poche ore, moltiplicando i tuoi guadagni in poco tempo. Inoltre, riesci a dare autorevolezza al tuo lavoro ed a raggiungere quei clienti che, fino a poco tempo fa, non ti avrebbero dato ascolto.
Per questo motivo, posso sicuramente dire che fare formazione (e fare eventi) è l’ultimo scalino che ha da percorrere un’azienda o un professionista che vuole aumentare i propri guadagni.

Qual è la vostra mission e la vision?

Con Viatattica ci siamo posti l’obiettivo, la mission se vogliamo, di aiutare innanzitutto chi è in procinto di organizzare un evento a capitalizzare i suoi risultati. Mentre sul lungo periodo, in ottica di vision, vogliamo far arrivare a tutti il messaggio che gli eventi possono essere utilizzati come strumento di marketing. Per questo ci vorrà più tempo, ma stiamo lavorando bene ponendo solide basi su cui lavorare.

Come è nata l’idea di creare la società? Da chi dei tre? Descrivetevi brevemente

L’idea di creare un’azienda dedicata esclusivamente alla promozione di eventi di formazione è, senza alcun dubbio, nata da Antonio Meraglia. Con le sue due aziende, Antonio vedeva Viatattica come il naturale proseguimento del suo lavoro, e così è stato, dato che con Stravideo si occupava già di live streaming per eventi di formazione, mentre con Altavista aveva molti clienti che già facevano eventi di formazione.
Mattia Macchelli, invece, ha lavorato all’interno di alcuni eventi di formazione, grazie ad un progetto finanziato da Google e Unioncamere, quindi ha abbracciato l’idea di portare anche le sue competenze di marketing strategico all’interno del progetto.
Nicola Panizza infine, anche lui formatore, ha portato il know-how necessario, una serie di applicazioni pensate appositamente per chi fa eventi di formazione: difficile fare un elenco esaustivo di tutto ciò che ha ideato.

Viatattica non si ferma, però ai suoi tre artefici: “Siamo sempre alla ricerca di nuovi collaboratori da inserire nell’organico o da arruolare come freelancer, dato che crediamo molto nell’apporto che diversi individui e professionalità possono portare dentro il nostro progetto – concludono – Le nostre porte sono sempre aperte per una chiacchierata di confronto”.

 

Scritto da Michela Trada e Sabrina Falanga, Inkalce Magazine – Media Partner SEO&Love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter