Premio Comunicatore Universale

Il Premio Comunicatore Universale è un riconoscimento voluto dall’ideatore e direttore creativo del SEO&Love, Salvatore Russo, attribuito a persone che si sono distinte per la loro capacità di coinvolgere il pubblico in esperienze straordinariamente rilevanti.

Non ci sono candidature o giurie, ma solo tanta riconoscenza verso campioni della comunicazione in grado di semplificare le informazioni, amplificare le emozioni e attivare riflessioni in modo efficace su molteplici media.

La struttura è in legno, simboleggia la predisposizione naturale degli esseri umani alla comunicazione. La forma a logogramma & rappresenta l’unione e la collaborazione, elementi fondamentali nella vita e nel business.

Piero Angela

È per noi un grande onore attribuire il premio Comunicatore Universale a Piero Angela: grazie alla sua versatilità è entrato nel cuore di intere generazioni di italiani, parlando di tematiche differenti e su tutti i mezzi di comunicazione.

La sua voce è sinonimo di concretezza e affidabilità, negli anni ha raccontato l’infinito mondo che ci circonda, semplificando argomenti complessi, facendoci emozionare e riflettere. Fin dalla prima puntata di Quark, ha saputo conquistare il pubblico trasmettendo passione e curiosità per le incredibili sfaccettature dello scibile umano.

Come si fa a non amare colui che riesce a parlare del bosone o di un procione con la stessa intensità e capacità divulgativa?

Sono un venticinquenne in un corpo novantenne (cit. Piero Angela)

Piero Angela Premio Comunicatore Universale
Piero Angela Premio Comunicatore Universale
Intervista Piero Angela

Giovanni Rana

È per noi un grande onore attribuire il premio Comunicatore Universale a Giovanni Rana: ha voluto e saputo “metterci la faccia” ed è stato in grado di comunicare in modo efficace a più generazioni, in mercati e nazioni differenti e su molteplici canali. Ha saputo modificare la sua comunicazione nel tempo lasciando intatta la filosofia “non c’è migliore pubblicità di quella che racconta la verità”.

2 MARZO 2019